Museo della Ceramica di Sèvres

Una visita privata alla Manifattura di Sèvres,  qualcosa veramente speciale.

Ho avuto la fortuna di essere stata invitata ad una visita guidata alla Manufacture Nationale de Sèvres – Cité de la céramique.

Come sapete Sèvres è una celeberrima casa di produzione di ceramica tra le più prestigiose al mondo.

Insieme a quella tedesca di Meissen,  l’altra francese di Limoges e la nostra Real Fabbrica di Capodimonte, Sevres rappresenta l’eccellenza mondiale nella produzione di ceramica e porcellana.

1740 – Un atelier de porcelaine tendre est fondé à Vincennes dans une tour du château royal, sous le règne de Louis XV et l’influence de Madame de Pompadour, favorite du roi.

Questo recita il sito ufficiale del museo e questo può rendere l’idea dell’importanza di questa manifattura, che trasferita a Sèvres nel 1756 diverrà nel corso dei secoli una vera e propria Istituzione.

Si, ma  cosa c’è di cosí speciale in questa visita?

La cosa incredibile è che abbiamo avuto la fortuna di visitare cosa c’è dietro questa famosa istituzione francese, abbiamo avuto il privilegio di visitare gli atelier dove nascono queste opere d’arte.

Dalla perizia del moulage, passando per il processo difficilissimo della cottura all’interno degli antichi e meravigliosi forni. Fino alla  decorazione finale fatta a mano. Tutto si svolge secondo un perfetto e centenario procedimento artigianale, anzi artistico. L’emozione di vedere del semplice  caolino diventare, al termine di un processo che definirei magico, dei meravigliosi vasi,  piatti, addirittura dei mobili, non la dimenticherò facilmente.

Parlare con le varie persone che svolgono questo lavoro. Conoscere le loro sensibilità. Questo mi dà la fiducia di pensare che l’artigianato, l’opera meravigliosa fatta dalle mani dell’uomo,  può ancora avere un posto nella nostra società.

In un mondo che corre follemente e irresponsabilmente verso una tecnologiae che sembra non conoscere argini, una visita agli atelier di Sèvres, può essere una boccata d’ossigeno ed una speranza che non tutto è perduto.

Un ringraziamento speciale a Ombeline e a Leïla che hanno reso possibile tutto questo.

 

 Museo Nazionale delle Porcellane di Sèvres 

2 place de la Manufacture

 Sèvres