Werner Gilles

Dopo il servizio militare, studia all’Accademia di Weimar con Walther Klemm.
Pochi anni dopo, aderisce al Bauhaus e diventa allievo di Lyonel Feininger. Inoltre stringe amicizia con Oskar Schlemmer e Gerhard Marcks.
Dopo gli studi, fa diversi viaggi in Italia. Resterà sedotto dalla bellezza dell’isola di Ischia, che diverrà uno dei suoi soggetti preferiti.
In seguito soggiorna a Düsseldorf e Berlino e anche in Francia, a Parigi.
Nei primi anni della sua carriera, il suo modo di dipingere fu inspirato agli espressionisti del Blaue Reiter di Wasilij Kandinskij e Franz Marc.
Piú avanti, alla fine degli anni ’30, sviluppò uno stile più accademico e classico per poi tornare, negli anni del dopoguerra, ad una pittura più stilizzata.