La lampada da tavolo Pipistrello, creata a metà degli anni ’60, ha avuto un fulminante successo. Un arredo elegante, che si affermò immediatamente come un esclusivo simbolo di classe della decorazione contemporanea in innumerevoli salotti chic a Milano, Parigi, Londra durante gli anni ’60 e ’70. Il suo nome deriva dai contorni dell’originale paralume in acrilico che ricorda curiosamente l’animale notturno. La base svasata racchiude una colonna telescopica in acciaio che permette alla lampada di essere sollevata o abbassata, inoltre può essere utilizzata sia sopra un mobile o oppure posata elegantemente al suolo.