Klavdij Sluban

Fotografo francese di origine slovena. Nato a Parigi nel 1963.
Egli sviluppa un lavoro rigoroso e coerente , che sebbene impregnato di letteratura, é ispirato soprattutto dall’ attualità.
Tutto ció ha fatto di lui uno dei fotografi più interessanti della sua generazione. I Balcani, il Mar Nero, il Mar Baltico, Caraibi, America centrale, Russia, Cina e Antartide sono le principali tappe del suo affascinante percorso.
Le sue immagini sono state esposte in importanti istituzioni come il Museo metropolitano della fotografia di Tokyo, la Maison Européenne de la Photographie di Parigi, agli Incontri  di Arles, il Museo della fotografia di Helsinki, the Fine Arts Museum in Canton, il Beaubourg, il Museo of Texas Tech University…

La sua vasta bibliografia include:
East to East pubblicato simultaneamente da Actes Sud, Dewi Lewis, e Petliti, Braus, Apeiron & Lunwerg con testo di Erri de Luca , Entre Parenthèses, (Photo Poche, Actes Sud), Transverses, (Maison Européenne de la Photographie) e Balkans – Transit, accompagnato da un testo di François Maspero per Seuil.

Nel 2013, il Museo di  Niépce espone una retrospettiva dei lavori  K.Sluban’s , After Darkness, 1995-2012.

Nel 2015/16 è stato insignito del premio Villa Kujoyama Residence in Kyoto, Giappone.

Vincitore nel 1963 dell’European Publishers Award per la fotografia nel  2009, del premio Leica (2004) e del premio Niépce (2000), premio principale francese di fotografia.

East to East pubblicato simultaneamente da Actes Sud, Dewi Lewis, e Petliti, Braus, Apeiron & Lunwerg con testo di Erri de Luca , Entre Parenthèses, (Photo Poche, Actes Sud), Transverses, (Maison Européenne de la Photographie) e Balkans – Transit, accompagnato da un testo di François Maspero per Seuil.

Nel 2013, il Museo di  Niépce espone una retrospettiva dei lavori  K.Sluban’s , After Darkness, 1995-2012.

Nel 2015/16 è stato insignito del premio Villa Kujoyama Residence in Kyoto, Giappone.

Vincitore nel 1963 dell’European Publishers Award per la fotografia nel